Riapertura delle Sale dei Primitivi

Martedì, 21 Aprile 2015 on Mercoledì, 22 Aprile 2015. Posted in News sugli Uffizi

esposte 14 opere in più

Riapertura delle Sale dei Primitivi
Nell’ambito dei lavori per i Nuovi Uffizi, riaprono al pubblico martedì 21 aprile le sale cosiddette dei “Primitivi” della Galleria degli Uffizi. Si tratta delle sale che vanno dalla numero 2 alla 7, la cui chiusura, avvenuta la scorsa estate, si era resa necessaria per l’esecuzione di complessi e delicati interventi per il miglioramento delle condizioni climatiche interne grazie a un nuovo impianto di trattamento dell’aria, e per una nuova illuminazione tramite un sistema che integra luce naturale e artificiale, nell’ambito dei lavori per i Nuovi Uffizi. La riapertura delle Sale dei Primitivi della Galleria degli Uffizi coincide con l’immissione di 14 opere che prima non erano presenti nelle sale e la cui scelta è stata effettuata dal Direttore Natali e da Daniela Parenti, direttrice del Dipartimento pittura del Medioevo e primo Rinascimento della Galleria degli Uffizi. In particolare nella Sala 2 trovano spazio anche una Madonna col Bambino di Lippo di Benivieni, la Maestà e angeli del Maestro della Santa Cecilia, una Croce dipinta di Pacino di Bonaguida e un trittico portatile con la Madonna in trono, Crocifissione e santi opera della Bottega di Pacino di Buonaguida, mentre nella Sala del Trecento sono quattro le opere che si aggiungono a quelle già presenti. Altrettante “nuove” tavole dipinte si possono ammirare nella Sala intitolata a Lorenzo Monaco (nn. 5-6) e sono una Crocifissione di Niccolò di Pietro Gerini, un Redentore benedicente di Spinello Aretino, Due scomparti di predella con storie di San Romualdo di scuola pisana e un’Ascensione di Cristo e Santi di Neri di Bicci. Completano la lista dei nuovi inserimenti un’opera di Nicola di Guardiagrele e tre tavole di Niccolò di Pietro, che trovano sistemazione nella Sala numero 7, dedicata a Gentile da Fabriano e al Gotico Internazionale.